È permesso andare in bicicletta con l'adenoma della prostata o no?

I vantaggi del ciclismo come opportunità per lo sviluppo fisico generale non sono in dubbio. Ma ci sono controindicazioni, in particolare quando viene diagnosticata una malattia - adenoma prostatico?

E se è così, sono assoluti o relativi? Dopotutto, non voglio negarmi il piacere di camminare.

L'adenoma della prostata e una bicicletta sono concetti compatibili o no? Ne parleremo più tardi.

C'è qualche vantaggio?

Non vi è alcun beneficio speciale dal ciclismo per gli uomini. Perché il ciclismo è ugualmente utile per tutti: uomini, donne, bambini e anziani.

L'indubbio vantaggio del ciclismo con la giusta scelta di bici, equipaggiamento e atterraggio adeguato è:

  • prevenzione dell'inattività fisica;
  • opportunità di normalizzare il peso corporeo;
  • allenare le abilità aerobiche;
  • allenare il cuore e migliorare il suo lavoro;
  • addestramento "pompa muscolare" e deflusso di sangue venoso dagli arti inferiori;
  • pulendo vasi di placche di colesterolo e aumentando il flusso sanguigno arterioso, seguito da una fornitura completa di sangue agli organi genitali;
  • la prevenzione e il trattamento dell'aterosclerosi nella fase della sua nascita;
  • miglioramento del tratto gastrointestinale;
  • aumento del processo di allenamento della capacità polmonare;
  • prevenzione della prostatite negli uomini.

Soprattutto è necessario soffermarsi sulla possibilità di normalizzare il peso (perdere peso in presenza di sovrappeso o obesità), perché la normalizzazione del peso allevierà le condizioni del paziente.

Quando si muove in bicicletta, una persona spende 2,5 volte meno energia per chilometro di strada rispetto a quando corre. Di conseguenza, pedalare a una velocità di 25 km / h in termini di consumo energetico equivale a correre a una velocità di 10 km / h.

Per perdere peso, è necessario creare un deficit di 400 kcal, che è del tutto possibile per fornire un viaggio in bicicletta di 10-15 km ad una velocità accettabile per voi.

Sul nostro sito troverai tutto ciò che è importante sapere per l'adenoma prostatico:

  • sintomi, così come le prime manifestazioni di BPH;
  • cause comuni;
  • fasi dell'adenoma prostatico: BPH di primo grado, secondo grado e terzo;
  • corretta alimentazione in caso di malattia;
  • fisioterapia e yoga;
  • fare sesso;
  • Quali supposte rettali possono essere utilizzate per l'IPB?
  • tutto sulle procedure idriche per BPH;
  • complesso di misure preventive.

In bicicletta con adenoma prostatico

Le principali controindicazioni sono le malattie cardiache. Solo un cardiologo può dare una conclusione definitiva sull'accettabilità del ciclismo, sulla sua intensità e durata. Per gli uomini, il ciclismo, oltre all'allenamento su una cyclette simile alla bici, può fare più male che bene, perché il peso del corpo è fissato alla sella, che, quando viene azionata con i pedali, esercita una pressione sul cavallo.

Posso andare in bicicletta con l'adenoma della prostata? Non è desiderabile, dal momento che i vasi che lo riforniscono di sangue sono compressi nella prostata. Nell'adenoma, la ghiandola prostatica eccessiva esercita una pressione sull'uretra e il ciclismo può aumentare questa pressione.

Quando si pedala c'è il rischio di avere la cistite. Per evitare questo, quando fa freddo, dovresti indossare pantaloni da ciclismo caldi invece di pantaloncini. Ben copre il cavallo e giacca a vento antivento. L'adenoma della prostata può anche essere causato da contusioni dei genitali che non sono rari durante il ciclismo.

Quindi pedalare con l'adenoma prostatico dovrebbe essere fatto con attenzione, senza acrobazie.

Tuttavia, la pressione sulla ghiandola prostatica può essere ridotta scegliendo una sella ergonomica, progettato sotto l'anatomia del corpo maschile.

La sella deve essere dura, perché un'ampia sella di materiale morbido ti permetterà di immergerti in essa, il che può compromettere la circolazione negli organi pelvici.

È meglio ordinare una singola sella o acquistare una sella con una rientranza o uno slot.

La sella non dovrebbe essere fatta di similpelle, questo materiale porta alla "cottura a vapore" dei genitali.

Quindi, la scelta è vostra: il ciclismo può essere utile per l'adenoma della prostata, se prendi sul serio la questione.

Alla fine, il danno del ciclismo è incomparabile con il danno di sedersi al computer - mentre guidare gli organi pelvici rappresenta solo il 60% del peso corporeo, rispetto al 100% quando si è seduti su una sedia. Basta non dimenticare di visitare, oltre al cardiologo, prima di iniziare a camminare anche un urologo.

Se guidare una bicicletta è assolutamente controindicato per te, appoggia la schiena sul tappetino e dipingi i pedali con i piedi, questo fornirà ulteriore sangue alla ghiandola prostatica, come durante una corsa reale. Questo esercizio è chiamato "bicicletta".

Il nostro sito fornisce le seguenti informazioni interessanti:

  • Le donne hanno una prostata?
  • In che modo una bicicletta influisce sulla ghiandola prostatica?
  • anatomia della prostata.

E qui puoi scoprire prodotti dannosi e utili per l'organo maschile.

Leggi anche sulle malattie della prostata: calcificazioni, calcoli, fibrosi, ascessi, tubercolosi e perché si formano cicatrici.

conclusione

Il ciclismo è utile per tutte le categorie della popolazione, ma quando si pedala è necessario osservare speciali precauzioni per evitare un'eccessiva spremitura della prostata e una violazione della circolazione del sangue in essa. Con tutti i pro e contro, nel trattamento dell'adenoma prostatico con metodi conservativi, il ciclismo viene mostrato con la scelta corretta della sella.

Lascia Il Tuo Commento